Sito Einstein

Cogestione

La cogestione (o didattica alternativa complementare) è una forma di didattica alternativa, realizzata annualmente a partire dall’anno scolastico 2009/2010, grazie alla collaborazione tra i docenti e gli studenti del Liceo Einstein.

Nel corso del secondo quadrimestre (gennaio-marzo), in orario curricolare, per tre giorni la scuola organizza delle attività culturali, scientifiche e divulgative, avvalendosi del contributo degli studenti, dei docenti e dei genitori interni alla scuola, e di ex studenti,  personaggi della società civile, rappresentanti di organizzazioni, professori universitari ed esperti qualificati esterni alla scuola. La partecipazione di tutti i relatori esterni, come da Regolamento, è sempre subordinata all’autorizzazione del Consiglio di Istituto. Durante la cogestione vengono proiettati e commentati alcuni film che presentano determinati spunti culturali. Per avere un’idea delle attività che si svolgono durante la cogestione, è possibile consultare il programma della cogestione 2011.

Un’apposita commissione mista individuata congiuntamente dal Collegio Docenti e dal Comitato degli Studenti decide sui contenuti e sulle modalità organizzative dell’evento; seleziona le proposte che provengono da tutte le componenti della scuola e costruisce di conseguenza l’orario delle attività, che è divulgato agli studenti per tempo. Infatti, si svolgono più attività contemporaneamente nelle aule della scuola e gli studenti scelgono in anticipo a quali partecipare.

La Commissione Cogestione si preoccupa di organizzare delle attività adatte per gli studenti di ogni anno, eventualmente riservando agli studenti dell’ultimo biennio la partecipazione a quelle attività che richiedono particolari prerequisiti. Sono previste delle attività specifiche di orientamento universitario dedicate agli studenti di quarta e di quinta, per le quali la scuola si avvale anche della gentile collaborazione dei propri ex studenti.

La cogestione è a tutti gli effetti un’attività didattica promossa dall’Istituto: essa è stata inserita nel POF del Liceo nel 2010. Durante i giorni di cogestione le lezioni tradizionali sono sospese e la partecipazione alle attività da parte degli studenti è obbligatoria.

La sincera e leale collaborazione tra docenti e studenti, nel rispetto dei reciproci ruoli, nella costruzione della didattica alternativa ha comportato un’offerta culturale più ampia e più ricca, una migliore organizzazione e una diminuzione della conflittualità interna, rispetto ai progetti di autogestione svolti negli anni precedenti.

Dal punto di vista normativo, la cogestione è espressione dell’autonomia organizzativa della scuola, garantita dal D.P.R. 275/99.

Consulta provinciale

(N.B.: il testo di questa sezione è tratto liberamente ed adattato dalla voce di Wikipedia “Consulta provinciale degli studenti“. Questa sezione è rilasciata sotto la licenza CC-BY-SA 3.0 Unported.)

La Consulta Provinciale degli Studenti (C.P.S.) è un organismo di rappresentanza degli studenti della scuola secondaria di secondo grado italiana, istituito dal D.P.R. n. 567 del 1996.

È presente in ciascuna delle 110 province italiane, ed è formata da due rappresentanti ogni istituto di istruzione secondaria superiore, eletti dagli studenti della scuola. Il mandato dei rappresentanti è di durata biennale.

Gli studenti del liceo Einstein, data la mancanza di candidature per l’anno scolastico 2011/2012, non hanno espresso i propri rappresentanti nella Consulta Provinciale degli studenti di Milano.

Funzioni

Il suo compito principale è, per legge, quello di garantire il più ampio confronto fra gli istituti di istruzione secondaria; tale compito è attuato tramite la realizzazione di progetti che coinvolgano il più ampio numero di istituti possibili, ottimizzare ed integrare in rete le attività extracurricolari, formulare proposte che superino la dimensione del singolo Istituto, stipulare accordi con enti locali, associazioni e organizzazioni del mondo del lavoro, formulare proposte ed esprimere pareri al CSA, agli enti locali competenti e agli organi collegiali territoriali, istituire uno sportello informativo per gli studenti, con particolare riferimento all’orientamento e all’attuazione dello Statuto delle studentesse e degli studenti, progettare, organizzare e realizzare attività anche a carattere internazionale, designare due studenti all’interno dell’Organo Provinciale di Garanzia istituito dallo Statuto delle studentesse e degli studenti (art.5, comma 4).

Rassegna stampa

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...