PDF protetti: sbloccarli con Ghostscript (OS X, Linux)

Adobe_PDF_IconProbabilmente vi sarete imbattuti almeno una volta in quegli antipatici file PDF protetti in stampa, in copia o anche in lettura. Come si fa a sbloccarli e a lavorarci senza impacci?

Fortunatamente esiste un noto pacchetto open source che viene in aiuto: Ghostscript. Gli utenti Linux possono installarlo facilmente tramite il proprio package manager; gli utenti Mac OS X dovranno invece scaricare ed installare un pacchetto binario precompilato, per esempio da qui.

A questo punto si apre il Terminale (per gli utenti Mac, in /Applications/Utilities/Terminal.app) e si comincia a verificare la corretta installazione di ghostscript:

gs -v

GPL Ghostscript 9.06 (2012-08-08)
Copyright (C) 2012 Artifex Software, Inc. All rights reserved.

Ottimo! A questo punto, se il file PDF è protetto in copia e/o in stampa, ma non in lettura, lo si può sbloccare così:

gs -q -dNOPAUSE -dBATCH -sDEVICE=pdfwrite
-sOutputFile=
output.pdf -c .setpdfwrite -f input.pdf

Dove input.pdf è il path del file da dare in pasto a Ghostscript e output.pdf è il percorso del file in cui scrivere il file libero da restrizioni. Attenzione: il programma sovrascriverà il file di output!

Se invece il PDF è protetto in lettura da una password (ed eventualmente in stampa e in copia), e sapete la password, potete generare un file PDF completamente libero da restrizioni.

gs -q -dNOPAUSE -dBATCH -sDEVICE=pdfwrite
-sOutputFile=
output.pdf -sPDFPassword=password -c .setpdfwrite -f input.pdf

In entrambi i casi, troverete in output.pdf un nuovo file PDF libero da ogni restrizione che potrete riutilizzare per i vostri scopi. Se il PDF è protetto in lettura e non sapete la password, Ghostscript non funzionerà: avrete bisogno di un programma che “indovini” la password mediante una serie di tentativi (forza bruta).

Autore: pietrodn

Sono nato nel 1993 e studio Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Amo leggere, programmare, costruire cose. Nella mia vita sono stato un Wikipediano e ho fatto parte del Consiglio di Istituto della mia scuola che è il Liceo Scientifico "Albert Einstein" di Milano. I miei interessi spaziano dall'informatica nelle sue diverse espressioni fino alla politica universitaria e a tutte le cose che possono definirsi geek.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...