In che lingua parlano codesti parlamentari?

Propongo di seguito due significativi esempi di eloquenza e retorica che arrivano direttamente dal nostro Parlamento. Invito a guardare il video: altrimenti, non si capiscono (non si capiscono neanche con il video, ma questo è un’altro discorso XD).

Eraldo Isidori, onorevole della Lega Nord, esprime così il suo profondo pensiero:

“Il carcere è un penitenziario… non è un villaggio di vacanza… si deve scontare la sua pena perscritta… che gli aspetta… lo sapeva prima fare il reato… io ritengo come Lega… di non uscire prima della sua pena erogata, grazie”

 

Antonio Razzi (Popolo e Territorio, ex “Responsabili”) invece si esibisce con un “delequamente attemperato”, confonde t con d, sbaglia le concordanze, si interrompe, non riesce a leggere ciò che è scritto sul foglio che tiene in mano. L’impressione è che non abbia la minima idea di ciò che gli hanno scritto. Ed è molto, molto triste.

Autore: pietrodn

Sono nato nel 1993 e studio Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Amo leggere, programmare, costruire cose. Nella mia vita sono stato un Wikipediano e ho fatto parte del Consiglio di Istituto della mia scuola che è il Liceo Scientifico "Albert Einstein" di Milano. I miei interessi spaziano dall'informatica nelle sue diverse espressioni fino alla politica universitaria e a tutte le cose che possono definirsi geek.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...