DDL Aprea: il Ministro Profumo prende le distanze (con una frase fatta sparire?)

Con una lettera aperta a studenti e insegnanti, oggi il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo chiarisce la propria posizione sugli argomenti “caldi” oggetto delle recenti proteste degli studenti.

Il Ministro afferma di essere consapevole della mancanza di risorse destinate alla formazione e alla ricerca, e di ascoltare le voci critiche provenienti dagli studenti. Fa notare come il Governo abbia saputo cambiare idea per quanto riguarda l’innalzamento dell’orario di lavoro dei docenti a 24 ore settimanali.

In particolare si sofferma sul PDL 953, comunemente detto DDL Aprea, in un passaggio della lettera (il grassetto è mio):

Colgo l’occasione di questa mia lettera per fare chiarezza su uno dei punti che più hanno suscitato le proteste: il disegno di legge 953, detto comunemente “ddl Aprea”. Ritengo doveroso specificare che tale proposta è stata formulata e discussa in piena autonomia dal Parlamento, con la partecipazione di tutte le forze politiche. Dunque non c’è alcuna diretta responsabilità del Governo, né mia personale, nelle proposte ivi contenute. Auspico, invece, che tutte le forze politiche sappiano ascoltare il dissenso di vaste parti del mondo della scuola e intendano recepire le opportune proposte di modifica durante la discussione attualmente avviata al Senato.

C’è però una precisa frase virgolettata, riportata da numerosi organi di stampa (adnkronos, TMnews, La Stampa, Repubblica.it, L’Unità), che non è presente nel comunicato leggibile sul sito del MIUR.

[…] non c’è alcuna diretta responsabilità del Governo, né mia personale, nelle proposte ivi contenute. Peraltro, in alcun modo ho partecipato alla stesura del testo o ne ho mai condiviso l’impianto.

Era una presa di posizione troppo dura, successivamente corretta? Purtroppo non dispongo di uno screenshot della prima versione del comunicato del MIUR.

Annunci

Autore: pietrodn

Sono nato nel 1993 e studio Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Amo leggere, programmare, costruire cose. Nella mia vita sono stato un Wikipediano e ho fatto parte del Consiglio di Istituto della mia scuola che è il Liceo Scientifico "Albert Einstein" di Milano. I miei interessi spaziano dall'informatica nelle sue diverse espressioni fino alla politica universitaria e a tutte le cose che possono definirsi geek.

1 thought on “DDL Aprea: il Ministro Profumo prende le distanze (con una frase fatta sparire?)”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...