Maturità 2012, prima prova

Oggi ero anch’io alle prese con la prima prova (il tema) dell’Esame di Stato.

Le tracce sono arrivate senza problemi alle 9.00, ma il caldo nel locale vicino alla palestra dove abbiamo svolto le prove era allucinante. Abbiamo iniziato alle 9.15, e io ho finito alle 13.48. Oltre al caldo, non si è presentato nessun problema significativo.

La prova era tutto sommato fattibile; io ho scelto il saggio breve di ambito tecnico-scientifico sulla responsabilità della scienza, un tema piuttosto standard e che qualche tempo fa avevo forse già affrontato. Ho parlato del ruolo della scienza nella società, di scoperte scientifiche, mercato e brevetti, di armi nucleari e responsabilità dello scienziato. Mi è stata molto utile la visione del film di Kubrick Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba, che ho citato.

Interessante anche la traccia di analisi su Montale, ma tendo sempre ad evitare l’analisi perché troppo lunga, inoltre l’autore in sé è difficile da trattare. Ho preso in considerazione anche le tracce su bene individuale e bene comune e il tema di ordine storico sulla Shoah.

Tutte le tracce della prima prova sono già disponibili sul sito del Ministero dell’Istruzione. Nel complesso – nonostante gli incidenti di qualche giorno fa – la procedura del “plico telematico” sembra funzionare bene, e me ne compiaccio: ben venga ogni misura che consenta di utilizzare meno carta a scuola!

Advertisements

Autore: pietrodn

Sono nato nel 1993 e studio Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Amo leggere, programmare, costruire cose. Nella mia vita sono stato un Wikipediano e ho fatto parte del Consiglio di Istituto della mia scuola che è il Liceo Scientifico "Albert Einstein" di Milano. I miei interessi spaziano dall'informatica nelle sue diverse espressioni fino alla politica universitaria e a tutte le cose che possono definirsi geek.

2 thoughts on “Maturità 2012, prima prova”

  1. “ogni misura che consenta di utilizzare meno carta a scuola”. Ma una volta arrivato il plico alla scuola, non ve l’hanno stampato? Dove sta quindi il risparmio di carta?
    Direi piuttosto un plauso a tutto ciò che può aiutare a snellire le procedure e di conseguenza a risparmiare in termini di tempo e risorse.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...