Come rendere YouTube perfetto con YouTube Center

YouTube Center LogoTempo fa avevo recensito uno script per Chrome e Firefox che permetteva di scaricare i video di YouTube direttamente dalla pagina web. Ho trovato di meglio.

Sto parlando di YouTube Center per Greasemonkey, un comodo e leggero script che aggiunge alcune funzioni utilissime a YouTube. Per installarlo su Firefox è necessaria l’estensione Greasemonkey; Chrome supporta l’installazione diretta. Siccome è uno script e non un’estensione, in Chrome esso non occupa un proprio spazio di memoria ma viene eseguito rapidamente dopo il caricamento di ogni video: non dà problemi di prestazioni.

Lo script aggiunge sostanzialmente i pulsanti “Settings”, “Repeat” e “Download” sotto ogni video.

YouTube Center in azione con il menu di download aperto.
YouTube Center in azione con il menu di download aperto.

Ecco che cosa si può fare con YouTube Center.

  • Ripetere il video. Cliccando su “Repeat” il video dopo essere terminato comincia da capo. La funzione si può abilitare di default nel pannello “Settings”; il pulsante può anche essere nascosto.
  • Scaricare il video. Il menu “Download” mette a disposizione il download nei formati WebM, MP4, FLV in diverse qualità e, se abilitato, anche MP3 tramite l’uso di un servizio di conversione esterno online. Abilitando l’apposita funzione si possono anche scaricare i video in formato 3D (mai provato). Si possono impostare un formato e una risoluzione di default per il download: cliccando semplicemente su “Download” senza aprire il menu, si scaricherà quel tipo di video. Si può definire un formato personalizzato per il nome dei file (mai provato), oppure si può scegliere di rimuovere dal nome del file tutti i caratteri alfanumerici. La funzione si può disabilitare tramite il pannello “Settings”.
  • Scorciatoie da tastiera su tutta la pagina. Forse non tutti sanno che è possibile controllare YouTube usando la tastiera. Le scorciatoie funzionano però solo se il plugin Flash ha il focus (ossia se l’ultimo clic effettuato è sul video, e non si sta per esempio selezionando del testo altrove sulla pagina). La funzione permette alle scorciatoie di funzionare a prescindere da quale elemento della pagina mantenga il focus.
  • Espandere automaticamente la descrizione. YouTube mostra di default solo la prima parte della descrizione del video; questa funzione, se abilitata, la mostra tutta già dal caricamento.
  • Rimozione banner pubblicitari. Questa funzione “fa fuori” le pubblicità di YouTube sulle pagine dei video, ma non, per esempio, quelle sulla home page. Poco male: Adblock Plus è ancora più spietato e mi fa navigare ovunque senza pubblicità.
  • Risoluzione predefinita. YouTube cerca in genere di “indovinare” la risoluzione migliore per la banda della nostra connessione, ma non è detto che ci riesca. Questa funzione permette di impostarne una predefinita, da 240p (schifo) a 1080p (Full HD). Personalmente raccomando, per il player wide, 480p o 720p. Tutti i video verranno caricati con la risoluzione impostata (sarà comunque possibile cambiarla tramite il solito controllo nel video).
  • Dimensione del player. È possibile dire a YouTube di usare sempre il player grande o quello piccolo, oppure di adattarsi alla larghezza della pagina (opzione “fill”, è diverso dal pieno schermo).
  • No Auto-Play. Si può scegliere di non far partire automaticamente il video quando viene caricata la pagina.
  • No Auto-Buffering. Si può scegliere di non far nemmeno partire il buffering del video quando si carica la pagina.
  • Nascondi automaticamente. Si può scegliere di nascondere automaticamente la barra dei controlli, l’indicatore di avanzamento, entrambi o nessuno dei due.
  • Auto-Update. Lo script può cercare aggiornamenti automaticamente ad intervalli definiti dall’utente.

Spero che la recensione basti a convincervi ad installare questo fantastico script! 😀

P.S.: la traduzione in italiano dell’interfaccia è stata fatta da me.

Annunci

Autore: pietrodn

Sono nato nel 1993 e studio Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Amo leggere, programmare, costruire cose. Nella mia vita sono stato un Wikipediano e ho fatto parte del Consiglio di Istituto della mia scuola che è il Liceo Scientifico "Albert Einstein" di Milano. I miei interessi spaziano dall'informatica nelle sue diverse espressioni fino alla politica universitaria e a tutte le cose che possono definirsi geek.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...