E alla fine?

Resoconto finale delle attività studentesche dell’anno scolastico 2009-2010.

Annunci

Un altro anno scolastico se ne è andato. Per me è stato uno il più bello, e il più faticoso. Il più bello perché ho avuto la possibilità di dare il mio personale contributo alla gestione del Liceo, insieme ai miei tre colleghi; l’esperienza di Consigliere è stata inoltre assai istruttiva. Il più faticoso, perché non sono mancate aspre discussioni con i docenti e con il Preside, che però alla fine si sono rivelate quasi sempre costruttive. Il più faticoso, non lo nascondo, anche dal punto di vista didattico: per fortuna non ho insufficienze, ma lo studio si è rivelato più arduo degli anni precedenti.

La cogestione (di cui ho già scritto) ha richiesto molte energie da parte degli organizzatori: una partecipazione così ampia ha messo a dura prova le nostre capacità. Pare comunque che ai più l’evento sia piaciuto, e ho intenzione di riproporre il progetto, migliorato, l’anno prossimo. Chiaramente con il consenso e l’aiuto degli studenti.

Sul fronte dei diritti degli studenti, il nuovo regolamento (alla cui stesura ho contribuito) rappresenta un enorme salto in avanti. Infatti si prevede un preavviso minimo per i compiti in classe, max 1 verifica al giorno, tempi fissati per la riconsegna, alcune norme sulla trasparenza della valutazione e qualche altra cosetta. Si vedano artt. 44-bis, ter, quater, quinquies. Non sono certamente mancate le polemiche: il Consiglio di Istituto del 18 maggio è stato davvero ad alta tensione. Ora che il regolamento è approvato, sta ai nuovi rappresentanti di classe vigilare sul suo rispetto. In un paese come il nostro, dove la legge è spesso disprezzata, è cruciale che a scuola, luogo di educazione per eccellenza, tutti i gli studenti e tutto il personale rispettino scrupolosamente le norme che sono imposte da un’autorità quale il Consiglio di Istituto.

Su richiesta degli studenti, le delibere del Consiglio di Istituto sono ora pubblicate sul sito. Ritengo che la trasparenza sia un valore fondamentale da perseguire soprattutto nella pubblica amministrazione. L’effetto benefico è duplice: da un lato tutti possono controllare e valutare l’operato dei propri rappresentanti; dall’altro, si incentiva la partecipazione di tutti gli studenti, che attualmente è parecchio carente. Devono ancora essere pubblicati i bilanci e i verbali (protetti però da password ottenibile in Segreteria). Inoltre il sito verrà rinnovato durante il prossimo anno scolastico.

Un’iniziativa che ha suscitato reazioni avverse è stata quella delle cosiddette “pagelle dei prof”. L’idea era quella di permettere agli studenti di esprimere un parere sul lavoro dei propri docenti per evidenziarne le criticità, risolverle insieme e migliorare così la qualità della didattica e della vita scolastica. Il metodo però non ha funzionato: si sono riscontrati enormi ritardi nella riconsegna dei moduli con i voti da parte dei rappresentanti di classe (dovuti presumibilmente a difficoltà nella convocazione delle assemblee di classe), e i criteri effettivamente non erano chiarissimi. C’è da dire che i professori hanno preso davvero sul serio la nostra iniziativa, la cui attendibilità è certamente limitata. Avremmo dovuto indire un’assemblea d’istituto articolata in classi parallele ed avere così, in un giorno solo, tutti i moduli insieme. Come se non bastasse, il Corriere della Sera si è messo di mezzo pubblicando notizie prive di fondamento.

Credo che la nostra scuola non sia pronta ad accettare un sistema di valutazione della professione docente. Per il futuro, preferirei astenermi dal ripetere quest’iniziativa ed aspettare che la scure brunettiana cominci a mietere le prime vittime…

Un’altra iniziativa che ha destato scandalo (mai quanto le pagelle di cui sopra, comunque) è stata quella dell’installazione dei distributori di profilattici e assorbenti nei bagni, di cui ho già parlato. È stato davvero divertente ascoltare alcuni prof. che temevano che i bagni diventassero luoghi di perdizione! 😀

L’anno prossimo mi ricandiderò a Rappresentante con l’intenzione di portare a termine alcune iniziative che devono ancora essere perfezionate, e con tante nuove proposte. La lista è già formata e faremo conoscere a tempo debito i candidati e il programma. Ma ora è tempo di vacanza e di relax. State bene e godetevi la vita!

Autore: pietrodn

Sono nato nel 1993 e studio Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Amo leggere, programmare, costruire cose. Nella mia vita sono stato un Wikipediano e ho fatto parte del Consiglio di Istituto della mia scuola che è il Liceo Scientifico "Albert Einstein" di Milano. I miei interessi spaziano dall'informatica nelle sue diverse espressioni fino alla politica universitaria e a tutte le cose che possono definirsi geek.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...